50 anni di Italia nello spazio partendo da Perdasdefogu

Pubblicato il 18 Dicembre 2014

VOLARE SICURI informa che ieri, 16 dic., a Roma nella prestigiosa sede dell’ASI ( Agenzia Spaziale Italiana) è stato commemorato il 50° anniversario del lancio del primo satellite italiano.

Il 15 dicembre ’64 dalla base nelle Wallops Island (Virginia-USA), il satellite San Marco-1 veniva lanciato ed entrava in orbita intorno alla Terra. Con questo successo l’Italia diventava la terza nazione al mondo ad accedere allo spazio dopo l’allora Unione Sovietica e gli Stati Uniti d’America. Ieri alla conferenza s’è parlato di questo storico evento ed è stato ricordato che quello del lancio San Marco è stato un risultato frutto del lavoro e dell’impegno di tanti che, nel 1956, avevano raggiunto una località bella e sperduta dell’Ogliastra: Perdasdefogu.

Dall’intelligenza del gen Broglio e dal lavoro quotidiano di centinaia di uomini dell’A.M., sostenuti anche dalla popolazione locale che aiutava recuperando parti dei missili con carri trainati da buoi, furono resi possibili i primi esperimenti nell’alta atmosfera che accreditarono i programmi e le capacità italiane presso la Nasa e convinsero il governo italiano a finanziare il San Marco. Senza il gen. Broglio e gli uomini che lavorarono al PISQ, probabilmente i programmi spaziali italiani sarebbero partiti solo molti anni dopo. Quindi se il San Marco decollò il 15/12/64 portando la bandiera italiana, il merito va anche a quegli uomini e a quella struttura, dove si dormiva in tenda sotto la neve, realizzata a tempi da record in Ogliastra e al supporto ottenuto subito dalla popolazione locale.

VOLARE SICURI lo ricorda agli appassionati del Volo per onorare i tanti che hanno lavorato con serietà ed abnegazione e i cui nomi non saliranno mai all’onore delle cronache. Voli emozionanti e sicuri a tutti !!


Iscriviti alla Newsletter